Connect with us

Fashion

Chiara Ferragni, Marco Crepaldi sull’influencer:

“Caduta vittima del femminismo estremista”

Published

on

Only yesterday Chiara Ferragni ended up at the center of attention for a video that went viral. The 10-minute video that the influencer shared on Instagram, where she spoke where she wanted to talk about patriarchal culture, is titled Being a woman in 2020.

Ferragni spoke of how very often women victims of violence find themselves facing negative judgments. Very often, in fact, it happened that these women were also blamed for the violence they suffered. From the patriarchal culture, the digital entrepreneur has tackled topics such as slut shaming, victim blaming and revenge porn. The main message that the woman wants to send is to react, to take a stand.

Il video ha fatto il giro dei social, venendo bombardato dai consensi dei fan e non. Sebbene siano stati tanti ad apprezzare l’intervento dell’influencer, la Ferragni continua a dividere il popolo dei social.

L’INTERVENTO DI CREPALDI – Marco Crepaldi, fondatore dell’Associazione Hikikomori Italia che offre gratuitamente supporto psicologico per chi soffre di isolamento sociale volontario, ha voluto dire la sua. In un lungo post condiviso su Instagram, Crepaldi ha voluto evidenziare le tipologie di pagine che Chiara ha condiviso nelle sue IG Stories, definite da lui ‘femministe estremiste’.

“Purtroppo anche @chiaraferragni sembra essere caduta vittima del femminismo estremista che domina i social. Ogni giorno su Instagram nascono decine di pagine sedicenti femministe, spesso la copia l’una dell’altra, ma quelle che ottengono più seguito sono sempre quelle che utilizzano una retorica populista, carica di slogan, iper-emotiva e tendenzialmente sessista nei confronti degli uomini. Questo purtroppo è un meccanismo tipico dei social, che, ormai lo saprete bene, portano alla semplificazione e alla polarizzazione delle opinioni”, ha così scritto sotto una foto che immortala la fashon blogger.

Stando a quanto dichiarato da Marco, si tratterebbe di pagine in cui verrebbe utilizzato un linguaggio violento, in cui verrebbero messi in campo degli stereotipi. Continuando nel suo post, il fondatore di Hikikomori ha aggiunto: “Esattamente come capita per il populismo sull’immigrazione, anche il populismo sulla violenza di genere sta crescendo a dismisura nel nostro paese. Instagram in particolare sarà il luogo dove avverrà il processo di estremizzazione, con un’escalation di attacchi sessisti nei confronti degli uomini, identificati come il problema da combattere”.

L’uomo ha poi condiviso una Instagram Story dove ha riaffrontato l’argomento, continuando a sottolineare come Chiara Ferragni sia sempre più indottrinata dal femminismo dei social. Ha inoltre spiegato che starebbe condividendo storie di persone che non avrebbero alcuna conoscenza sulla discriminazione di genere. Stando a quanto scritto da Crepaldi, si tratterebbe di persone con evidenti bias ideologici e con una sospetta misandria.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2020 Frugivoro Zox News Theme. Theme by MVP Themes, powered by WordPress.